Ludwig II e Leni Riefenstahl

Leni Riefenstahl (1902-2003) è stata la leggendaria "regista e fotografa di Hitler", morta ultracentenaria nella sua bella villa a Pöcking sul lago di Starnberg. Nel corso di una intervista concessa al settimanale Oggi (n° 35/2002), la signora Riefenstahl si era così espressa a proposito di Re Ludwig II di Baviera.

 

Oh, quel sovrano incredibile ed incompreso! Non penso affatto che fosse pazzo. Piuttosto, quel re era troppo idealista, incapace di adattarsi alle esigenze pratiche imposte dalla vita quotidiana.
 
Si fece troppi nemici, dissipando tutte le sue ricchezze per innalzare castelli fiabeschi, dallo splendore irreale. Penso a Neuschwanstein, Linderhof, Herrenchiemsee che illuminano la Baviera con le loro torri candide ed inarrivabili, quelle guglie tonde come fatate.
 
Ludwig seguiva costosissimi ideali di bellezza assoluta, che nessuno capiva. Perciò lo emarginarono, in un maniero sulle sponde dello Starnberg. Nelle acque di quel lago, ne sono sicura, lo scomodo Ludwig non è morto suicida.
 
E' stato ucciso, quel re triste, da uno degli uomini grigi che detestava, che gli rendevano insopportabile l'esistenza, gli impedivano di realizzare i suoi progetti cavallereschi, da signore medievale, dedito al culto del Santo Graal.

 

Slider

Iscriviti alla newsletter di TuttoBaviera!

Torna su