La Fuggerei di Augsburg

Agli inizi del XVI secolo la famiglia Fugger, potenti mercanti ma con una forte sensibilità verso le classi più deboli (le quali, come in ogni altro luogo, vivevano in condizioni di assolutà povertà), presero coscienza della necessità che queste persone potessero avere una possibilità di vivere in modo più dignitoso.

 

Fu grazie all'idea di uno dei membri della famiglia Fugger, forse il più carismatico, cioè Jakob Fugger detto il Ricco, che ad Augusta nacque il più antico insediamento a carattere sociale del mondo, che venne chiamato, in onore dei fondatori, la Fuggerei.

 

Il disegno originale fu commissionato da Jakob Fugger nel 1514, mettendo a disposizione 10.000 fiorini del suo immenso patrimonio; nel 1516 stipulò con la città un contratto per costruire un quartiere per ospitare gli abitanti cattolici di Augusta poveri o indigenti, e far anche produrre loro lavoro in qualità di artigiani, salariati ecc., onde evitargli di continuare a chiedere l'elemosina.

 

Iniziata a costruire nel 1523, la cittadella è composta da case bifamiliari indipendenti; una sua particolarità sta nel fatto che ancora oggi si paga un affitto annuale per ogni alloggio pari ad un fiorino renano, che era moneta corrente nel XVI secolo, e che ammonta ad una cifra equivalente a circa 1 Euro!

 

L'alloggio veniva offerto alle persone povere per tutta la durata della loro vita e solo in rari casi ciò gli veniva revocato; tuttavia l'alloggio di misericordia, così era soprannominato, non era trasferibile ne ereditabile. Compito degli ospiti era quello di recitare delle preghiere per i membri della famiglia Fugger.

 

Ancora oggi, nel tempo ampliata e restaurata, la Fuggerei mantiene la destinazione originale.

Roberto

Iscriviti alla newsletter di TuttoBaviera!