Cerca | Contatti | Facebook | Newsletter | Webcam | Saluti Vip | Libri & Dvd | Foto & Video | Collaborare

Home       Introduzione       Ricerca Hotel       Case Vacanza       Visite Guidate       Oktoberfest       Mercatini Natale       Eventi       Voli       Camping

Monaco di Baviera       Castelli di Ludwig       Strada Romantica       Baviera Sud       Baviera Nord       Danubio       Itinerari       Extra Baviera

 

 

 

 

HomeCollaborare

Capodanno a Monaco

e nelle Alpi bavaresi

 

Terzo giorno: visita al lago di Starnberg e arrivo a Lenggries

 

Nella mattinata del 1 gennaio, infatti, partiamo anche noi cinque per Lenggries, dove gli altri due amici ci avevano già preceduto recandovisi in treno. Per pranzo ci fermiamo a Starnberg, il famoso lago, ora chiamato “dei vip”, dove venne ritrovato il corpo di Re Ludwig insieme a quello del suo medico; nel paese di Berg, attraversando un fitto bosco, ci rechiamo alla croce che indica il punto esatto dove venne ritrovato il cadavere del sovrano. Di fronte sorge la Votivkapelle. Questo lago grazie alla limpidezza delle sue acque sembra davvero il mare. E’ pieno inverno, ma non ci è difficile immaginare che meraviglia possa essere in estate. Luigi ci porta in un ristorante-birreria che conosceva già, l’Oskar Maria Graf: ottimo!

 

Arriviamo a Lenggries, località sciistica vicino Bad Tölz , passando per tanti caratteristici paesi della Baviera veramente belli, tutti innevati, rimanendo colpiti in particolare da Wolfratshausen. Anche a Lenggries è la neve a farla da padrone. Alloggiamo in un hotel in perfetto stile bavarese nella zona di Brauneck, località da dove partono tutti gli impianti di risalita per gli sciatori. La temperatura è ancora più bassa che a Monaco, facciamo un giro per il pittoresco paese immerso nelle luci natalizie. Notiamo che i cosiddetti pension e gasthaus registrano il tutto esaurito per la massiccia affluenza di sciatori che vanno in “settimana bianca”. Ci avviciniamo così all’atteso momento della cena. Accanto al ristorante “Milano bei Fabio” vediamo una specie di sala giochi, dove i videogiochi erano solo videopoker in realtà. Da segnalare che in questo tipo di locali, in Germania, è proibito il consumo di alcolici.

 

Lo splendido paesaggio di Lenggries

 

Decidiamo di farci una puntatina; così ci rilassiamo un po’, tra qualche partita a biliardino ed un paio a biliardo, poi scendiamo da Fabio, il cugino dei due fratelli di cui sopra, che ci prepara buonissimi rigatoni alla boscaiola. Goduta l’ottima cena, e dopo una piacevole conversazione con lo stesso Fabio ed il suo simpatico cameriere siciliano, torniamo in albergo, dove tiriamo tardi al bar dello stesso.

 

Breve vacanza finita, il giorno dopo si riparte. Nevica tutta la notte e continua la mattina della nostra partenza; prima di arrivare ad Innsbruck, scegliamo di percorrere le stradine interne, in mezzo a boschi completamente innevati, un ambiente davvero suggestivo.

 

Il rientro purtroppo non va come all’andata, la lunghezza del viaggio passa a 12 ore dovute ad italiche code. Così finisce il nostro capodanno 2006: per quanto ci riguarda siamo soddisfatti sotto tutti i punti di vista eccetto la brevità del viaggio, il che fa venire voglia di tornarci per più giorni! Allora auf Wiedersehen a Monaco!

 

Romano Masciulli, Luigi Quinzii
luigiquinzii@hotmail.com

 

| 1° parte | 2° parte | 3° parte |

 

© 2016 TuttoBaviera | www.tuttobaviera.it | www.tuttovienna.info