Week-end a Monaco di Baviera


Diario di viaggio di Silvia e Valerio


 

Eccomi qui a condividere il viaggio fatto con Valerio a giugno. Al contrario del viaggio a Londra preparato da entrambi, questo è stato una sorpresa per il suo ventiduesimo compleanno… ho preparato tutto in pochi giorni, ho deciso all’improvviso ma devo dirvi che ne è valsa veramente la pena!

 

Volo pomeridiano delle 15:05, compagnia aerea Alitalia (...), i puntini poi ve li spiego. Partenza in perfetto orario da Roma Fiumicino, atterraggio all’aeroporto di Monaco Franz Josef Strauss alle ore 16:45. L’aeroporto di Monaco è immenso, la comodità più grande è la metropolitana (S1 e S8) che porta direttamente nel centro di Monaco. Altra grande comodità a livello di prezzo sono i biglietti cumulativi che danno la possibilità di viaggiare fino ad un massimo di 5 persone (Gruppen Tageskarte) ed è utilizzabile per tutti i mezzi di trasporto: metro, autobus e tram.

 

Dopo aver preso la S8 (ricordatevi di obliterare) siamo arrivati in centro, fermata “Marienplatz”, in mezz’ora abbondante. Da lì siamo scesi per prendere la metro blu (U6) che ci avrebbe portato alla fermata “Harras” dove era situato il nostro hotel “K+K Am Harras”, un quattro stelle che si trova proprio vicino alla fermata della metropolitana. Se volete un hotel davvero comodo, pulitissimo e dove potete “pranzare” per quanto mangiate a colazione, ve lo consiglio vivamente. Posati i bagagli ci siamo subito buttati nella metropolitana con tanto di cartina (ovviamente) per vedere almeno il centro città, Marienplatz e dintorni... siamo rimasti veramente affascinati dal posto e dalla gente!

 

E’ una città pulitissima e soprattutto si trovano sempre persone che festeggiano, bevendo litri e litri di birra in boccali enormi! E a qualsiasi orario. Abbiamo fatto una passeggiata e abbiamo notato che stavano tutti preparando degli stand per una festa che infatti abbiamo trovato il giorno dopo. Dopo una bella passeggiata per il centro siamo tornati in albergo pronti per il giorno seguente che prevedeva la visita a Füssen con relativi castelli di Ludwig II. Dopo una colazione iper-abbondante, ci siamo incamminati verso la metro, acquistando il biglietto giornaliero sempre cumulativo prendendo la U6 per scendere a “Sendlinger Tor” per la coincidenza con la metro verde (U1) per scendere alla stazione centrale “Hauptbahnhof". Ci siamo recati ad uno dei botteghini e abbiamo incontrato il primo “nazionalista” che appena ci ha sentiti parlare in inglese ha fatto capire che non lo voleva parlare ed era anche un po’ schifato ma a mia sorpresa Valerio ha tirato fuori un tedesco perfetto e il vecchietto ci ha detto di fare il biglietto alle macchinette automatiche. Abbiamo dunque comprato il biglietto sempre cumulativo Bayern Ticketche vi da la possibilità di viaggiare sui treni regionali di tutta la Baviera ed ha una durata giornaliera.

 

Dopo un paio d’ore di treno passate in mezzo al verde, alle mucche, alle Alpi e a delle splendide casette con balconcini in legno piene di fiori, siamo arrivati a Füssen. Da qui siamo usciti dalla stazione per prendere il pullman che ci avrebbe portati ai castelli di Neuschwanstein e Hohenschwangau. Il Bayern Ticket è valido anche in questo bus! Ci ha lasciati quasi fino alla biglietteria dove abbiamo fatto i ticket per entrambi, molto vicini tra loro (è un peccato visitarne uno solo). Abbiamo esibito il libretto universitario per lo sconto studenti. Aspettando il nostro turno, perché si entra a gruppi e l’orario d’entrata è sul biglietto, abbiamo approfittato per fare delle foto con il panorama mozzafiato alle spalle e di fronte al castello. Inutile spiegare quanto sia bello all’interno. Usciti da Hohenschwangau siamo andati a prendere la carrozza con i cavalli che ci ha portati fino all’altro castello, quello più famoso, “il castello delle favole” che ha ispirato Walt Disney.

 

Il castello di Neuschwanstein è veramente bellissimo e grande, le stanze molto belle, non è spoglio in nessuna delle sue parti… è fantastico… usciti dal castello abbiamo sperato di fare in tempo a scendere per prendere il pullman per la stazione, ma nonostante la folle corsa anche attraverso le scorciatoie tra gli alberi siamo arrivati alla piazzetta e il pullman era appena passato. Abbiamo così perso il treno per Monaco delle 17:00, ne abbiamo approfittato per girare tra i negozietti di souvenirs ed io ho comprato un orologio a cucù per un regalo di matrimonio. Preso il pullman siamo scesi alla stazione e abbiamo atteso il treno successivo, temevamo di dover aspettare almeno 2 ore ma alle 18:00 abbiamo preso un treno che faceva uno scambio e per fortuna siamo arrivati a Monaco verso le 20:00. Scesi nuovamente a Marienplatz ci siamo immersi nella festa di birra e salsicciotti, la Weiss Bier è buonissima, addirittura Valerio che è astemio l’ha apprezzata!

 

La mattina dopo abbiamo visitato tutto il resto di Monaco, non perdete il rintocco del famoso carillon del nuovo municipio (Neue Rathaus), noto come “Glockenspiel”. E' il più grande della Germania e sono rappresentati dei festeggiamenti, tra cui al piano inferiore la "danza dei bottai”. Dopo di ciò una rapida visita alla HB (Hofbräuhaus) che avremmo voluto visitare la sera precedente per la cena (fatelo!!).

 

Siamo andati inoltre alla Residenz che è bellissima (forse un po’ troppo... ci sono 130 stanze!) ed è piena di accessori, letti, divani, porcellane e chi più ne ha ne metta. C’è anche la camera del tesoro ed è considerato uno dei palazzi reali più grandi d’Europa; abbiamo poi visitato il teatro di corte (Cuvilliés-Theater). Ci siamo incamminati alla ricerca del giardino reale, l'Hofgarten, al cui centro c’è il tempietto dedicato a Diana e attraversandolo ci siamo ritrovati davanti ad uno dei parchi cittadini più grande del mondo - l'Englischer Garten - è bellissimo vedere un parco del genere al centro di una città! Ci sono ruscelli e laghetti, surfisti e nudisti (!), abbiamo visto anche la Chinesischer Turm (torre cinese) sotto alla quale abbiamo pranzato accompagnati da musicisti. Da qui la corsa verso l’aeroporto. Purtroppo per una serie di coincidenze siamo arrivati 15 minuti dopo la chiusura del check-in e quindi ABBIAMO PERSO L’AEREO.

 

Dopo ore ed ore a cercare un altro volo ci siamo rassegnati e ne abbiamo trovato uno sempre Alitalia per il giorno seguente alle 12:25. Ci siamo accampati fortunatamente a casa di un mio caro amico di famiglia (quasi uno zio acquisito) e il giorno dopo siamo andati di buon ora all’aeroporto. Il viaggio sembra finito ma purtroppo non è così! Ci hanno annullato il volo per problemi tecnici hanno detto ma abbiamo capito grazie anche ad un dipendente italiano dell’aeroporto che l’hanno annullato per riempire il volo successivo delle 17:45. In tutto ciò hanno perso i bagagli spedendoli a Parigi... fortunatamente pervenuti dopo 3 giorni.

 

Alle 17:45 abbiamo finalmente preso il volo e siamo atterrati sani e salvi a Roma. Ci sono stati momenti dove abbiamo pensato ad un brutto scherzo del destino. Nonostante il finale, è stato un viaggio molto emozionante e ritornerei a Monaco anche subito per vedere le cose che mi sono persa. 

 

Buon viaggio a tutti!

Visita e scopri le attrazioni della Baviera

Monaco di Baviera
Castelli di Ludwig
Baviera del Nord
Itinerari

Iscriviti alla newsletter di TuttoBaviera!