Cerca | Contatti | Facebook | Newsletter | Webcam | Saluti Vip | Libri & Dvd | Foto & Video | Collaborare

Home       Introduzione       Ricerca Hotel       Case Vacanza       Visite Guidate       Oktoberfest       Mercatini Natale       Eventi       Voli       Camping

Monaco di Baviera       Castelli di Ludwig       Strada Romantica       Baviera Sud       Baviera Nord       Danubio       Itinerari       Extra Baviera

 

 

 

 

 

HomeCollaborare

Un assaggio

di cucina bavarese

 

Wurstel bianchi, bretzel e birra

[Bayerisches Staatsministerium für Landwirtschaft und Forsten, München]

 

Zaino in spalla e tanta buona volontà, sono partita per fare un corso di lingua tedesca a Lindau, una cittadina sul confine tra Baviera e Baden-Württemberg. Prima di partire, mio padre mi diceva scherzando: “Kartoffeln! I tedeschi mangiano solo patate!” Già, anche lui stregato dal pregiudizio secondo il quale, in Germania, si mangiano solo patate, crauti e wurstel!

Invece, una volta arrivata a destinazione e fatte le giuste perlustrazioni in ristoranti, Stuben (la “Stube” era una stufa attorno alla quale ci si scaldava anticamente, diventata sinonimo di un punto d’incontro e ristoro, oggi è un’osteria dove si beve birra e vino e si possono gustare piatti tipici) e vinerie, mi sono resa conto che queste pietanze sono solo la punta dell’iceberg di una gran varietà di piatti.

Da buongustaia quale sono, e trovandomi in una posizione geografica strategica - Lindau è in sostanza la sintesi di tutte le regioni che la circondano - non potevo far altro che andare alla scoperta di questi piatti tipici.

Partiamo da quello che potrebbe diventare il simbolo culinario della Baviera, sano, buono e pratico da mangiare: il Bretzel, Pretzel o Brez’n.

Venduto nelle Bäckerei (panetterie) o nelle Imbiss, una via di mezzo tra la tavola calda e la gastronomia d’asporto, è una specie di biscotto salato che è poi arrotolato in una forma d’infinito. Una volta cotto rimane soffice all’interno e molto croccante all’esterno, a volte è ricoperto da semi di zucca o di girasole.

Si mangia durante tutte le ore della giornata, anche con del burro spalmato all’interno, ed accompagnato da formaggio e prosciutto. Essendo molto salato è usato anche come stratagemma per aumentare le sete dei bevitori nelle birrerie.

Il Bretzel ha una funzione importante, in quanto accompagna il piatto principe della cucina bavarese, il più conosciuto e il più semplice da preparare: il Weißwurst, la salsiccia bianca di Monaco, con senape dolce e Bretzel.

Basta far bollire i wurstel e poi mangiarli accompagnati dalla senape e da Bretzel spalmati col burro!

 

Lo strudel di mele

[Bayerisches Staatsministerium für Landwirtschaft und Forsten, München]

 

Al contrario, se invece volete sedervi in un ristorante e gustare una cena bavarese ad hoc vi consiglio di provare l"Haxen", un pezzo di coscia di maiale o vitello accompagnato da gnocchi di patate – i Knödeln - o da crauti. Nel caso in cui siete a casa e avete voglia di cimentarvi nella cucina bavarese eccovi la ricetta per 6 persone:

 

Ingredienti
6 stinchi di vitello o di maiale
Sale, pepe
Spicchi d’aglio a piacimento
Dragoncello
Rosmarino
Timo
1/2 birra bavarese (ci vorrebbero giorni per elencare tutti i tipi di birre tedesche, usate quella che avete a disposizione!)

Preparazione
Cospargete gli stinchi con sale, pepe e aglio. Con gli stessi ingredienti frizionate gli stinchi in modo che questi s’insaporiscano bene. Cospargete gli stinchi con le erbe finemente tritate.
Infornate a 200° in forno preriscaldato.
Di tanto in tanto spennellate gli stinchi con la birra.
Lasciate cuocere per 2 ore circa, fin quando la carne non risulterà croccante.
Come già detto potete accompagnarli a gnocchi o crauti.


Per terminare questa breve carrellata sulla cucina bavarese ci gustiamo un dessert che viene di solito offerto dai bar insieme con un Milchkaffee, si tratta dell’Apfelstrudel di solito accompagnato da gelato alla vaniglia e panna montata.

 

Ecco la ricetta:

 

Ingredienti
3 fogli di pasta sfoglia
Per il ripieno:
1,5 Kg mele
Buccia di 2 o 3 limoni
Succo di limone
50 g di Burro
2 manciate di nocciole o mandorle
70 – 100 g di zucchero
Cannella
200 g di panna fresca

Preparazione
Sbucciare le mele, privarle del torsolo e ridurle in pezzettini. Aggiungere la buccia dei limoni ed il succo.
In una casseruola far sciogliere a fuoco lento il burro.
Stendere la pasta sfoglia col matterello e porla su uno strofinaccio. Spennellarla col burro sciolto. Porre metà delle mele sulla pasta sfoglia, aggiungere le nocciole, la cannella, lo zucchero e la panna fresca.
Coprire con un foglio di pasta sfoglia e ripetere la procedura precedente.
Coprire con l’ultimo foglio di pasta sfoglia. Con l’aiuto dello strofinaccio fare un rotolo.
Mettere in forno a 180° per circa 50 minuti, quando sarà colorato e croccante, sarà pronto.
Va servito caldo, accompagnato da gelato alla vaniglia e panna montata.


Le pietanze sopra elencate potrebbero accompagnare decisamente una giornata di vacanza a Monaco... allora buon appetito con l’augurio di rivisitare questa magnifica regione della Germania.

 

Giusy De Leonardis

 

© 2016 TuttoBaviera | www.tuttobaviera.it | www.tuttovienna.info