Le più belle chiese di Monaco

A pochi passi dalla Frauenkirche si trova la chiesa di St. Michael (Neuhauser Str. 52), costruita a partire dal 1583 per i Gesuiti con il finanziamento del Duca Wilhelm V di Baviera. L'interno a navata unica ha una volta a botte ampia oltre 20 metri - la più grande al mondo dopo San Pietro a Roma - ed è stato realizzato da vari architetti, tra i quali l'olandese Friedrich Sustris, allievo di Giorgio Vasari, prendendo a modello la Chiesa del Gesù di Roma, chiesa madre dell'Ordine. Davanti all'altare maggiore il visitatore viene colpito dalla Crocifissione del Giambologna.

A sinistra si trovano il pulpito, reso celebre dalle prediche del Beato Rupert Mayer contro il nazismo, e il monumento funebre di Eugenio di Beauharnais, vicerè d'Italia (1805) e figliastro di Napoleone, il quale lo diede in sposo ad Augusta Amalia, figlia del primo re di Baviera Max Joseph. A destra si trova invece l'accesso alla cripta reale (lu-ve dalle 9.30 alle 16.30, sabato dalle 9.30 alle 14.30) dove è sepolto Ludwig II, il re delle favole.

 

Di fianco si trova la Augustinerkirche, l'antica chiesa degli Agostiniani sconsacrata nel 1803 e attuale sede del Museo della caccia e della pesca che presenta una collezione di circa 1.000 animali impagliati (pesci, uccelli e selvaggina). Poco più avanti si trova la Bürgersaalkirche (Neuhauser Str. 48), edificata all'inizio del '700 dall'architetto Viscardi su commissione dei Gesuiti per la locale Congregazione Mariana; la chiesa inferiore conserva il corpo del Beato Rupert Mayer - le cui accese omelie contro Hitler ed il regime nazista lo portarono all'esilio forzato presso i Benedettini dell'abbazia di Ettal - mentre nella chiesa superiore, ricca di stucchi ed affreschi, viene celebrata ogni domenica alle 18 la Messa in italiano.

La parrocchia più antica di Monaco è St. Peter (Petersplatz), fondata nel XII secolo su volere di Ottone I di Baviera. L'interno è stato rifatto nel corso del '300 e una seconda volta nel periodo rococò, quando è stato riccamente decorato dalle magiche mani di Johann Baptist Zimmermann e dei fratelli Asam. Capolavoro della chiesa è lo sfarzoso altare maggiore, ispirato a quello realizzato dal Bernini per la Basilica di San Pietro a Roma. La tiara (corona) della statua di S. Pietro è mobile: viene infatti rimossa alla morte del Pontefice e ricollocata, nel corso di una solenne cerimonia, quando viene eletto il nuovo Papa. In una cappella della navata sinistra sono custodite le spoglie di Santa Mundizia, martire e patrona delle donne sole. Particolarmente solenne e suggestiva è la Messa domenicale delle ore 9:30. Salendo a piedi sul campanile di 91 metri - conosciuto come "Alte Peter" (vecchio Pietro) - è possibile avere un'ottima vista di Monaco e, tempo permettendo, anche delle Alpi.

 

st-peters-church-4-1024x682

Dietro St. Peter si erge la Heilig-Geist-Kirche (chiesa dello Spirito Santo), originariamente chiesa dell'omonimo ospedale che sorgeva nell'area oggi occupata dal Viktualienmarkt. La costruzione risale alla metà del 1200 ma fu completamente rifatta nel corso del XVII secolo.

 

Due piccole ma pregevoli chiese sono la Dreifaltigkeitskirche (SS. Trinità) nella Pacellistraße 12, chiesa votiva legata alla visione della monaca carmelitana Maria Anna Lindmayr secondo cui la Guerra di successione spagnola non avrebbe toccato Monaco se si fosse costruito questo luogo sacro, e la Damenstiftskirche, nella omonima via, che presenta la volta e i quadri degli altari in bianco e nero in quanto non si è potuto risalire ai colori che avevano prima della distruzione sotto i bombardamenti della seconda guerra mondiale.

campanile-st-peter-monaco

Monaco di Baviera dall'alto

Salite sul campanile della Chiesa di St. Peter (306 scalini), a due passi dalla centralissima Marienplatz, per gustare la più bella vista di Monaco!

Tutto l'anno dalle 10 alle 18. Eccezioni: la Vigilia di Natale e Capodanno solo fino alle 14. Venerdì Santo e Martedì grasso il campanile è chiuso al pubblico.

Vicino alla Residenz, nella Odeonsplatz, si trova la Theatinerkirche (St. Kajetan), costruita tra il 1663 e il 1688 dagli architetti Agostino Barelli e Enrico Zuccalli su commissione di Enrichetta Adelaide di Savoia. La facciata è stata aggiunta un secolo dopo ed è opera del Cuvilliés. E' il primo esempio di barocco italiano in Baviera. L'origine della costruzione risale ad un voto fatto dalla principessa: se avesse dato alla luce un erede, avrebbe fatto edificare una chiesa dedicata a San Gaetano, fondatore dei Teatini, confessori di corte a Torino e a Monaco, dove vennero introdotti da Enrichetta Adelaide quando andò in sposa al principe elettore Ferdinand Maria di Baviera.

 

theatinerkirche-munchen

 

La chiesa prende a modello la romana S. Andrea della Valle, chiesa madre dell'Ordine. Nel secondo altare della navata destra riposano i corpi dei genitori di Ludwig II, il re Massimiliano II e la regina Maria, mentre nella cripta sono sepolti la fondatrice della chiesa e vari membri della famiglia Wittelsbach. I Teatini vennero cacciati da Monaco nel 1801 a seguito delle soppressioni degli ordini religiosi; oggi la chiesa è custodita dai Domenicani.

L'apoteosi del rococò bavarese è impersonificata dalla Asamkirche (Sendlinger Str. 62), realizzata dai fratelli Egid Querin e Cosmas Damian Asam (1733-1746) come cappella privata annessa alla loro residenza - l'Asamhaus - e oggi aperta al pubblico. L'interno, di modeste dimensioni, ridonda di stucchi, affreschi e preziose decorazioni. La chiesa nasce come ringraziamento a S. Giovanni Nepomuceno, protettore dei ponti e delle acque, per aver salvato i fratelli Asam da una tempesta sul Danubio. Le finte rocce sulla facciata ricordano l'evento. Appena entrati, notate la scultura dorata in alto a destra che ben rappresenta il detto popolare "La tua vita è appesa ad un filo".

 

asamkirche

 

Le chiese del centro di Monaco sono abbastanza vicine tra di loro e sono tutte raggiungibili prendendo come riferimento tre fermate della metropolitana: Marienplatz, Stachus e Odeonsplatz. Generalmente osservano un orario continuato di apertura (dalle 8 alle 19).

Orari Sante Messe

Sabato (Prefestiva)

Theatinerkirche 17.30

St. Peter 18.00

St. Michael 18.00

Domenica e Festivi

Theatinerkirche 8.15, 10.30 (solenne - latino), 12.00, 18.30

St. Peter 7.30, 9.30 (solenne - latino), 11.30, 18.00

St. Michael 9.00 (solenne), 11.00, 18.00, 21.00

Bürgersaal 18.00 (italiano)

Iscriviti alla newsletter di TuttoBaviera!

Mostra pulsanti
Nascondi pulsanti