Il castello di Blutenburg

Intorno al 1430 il duca Albrecht III di Baviera trasforma un piccolo maniero adagiato sul fiume Würm, il Pluedenburg, nella sua residenza di campagna dove trascorse dei momenti sereni in compagnia della sua amante Agnes Bernauer, che in seguito sposa segretamente.

 

Il tragico destino della popolana Agnes ancora oggi viene ricordato: accusata di stregoneria dal suocero che voleva sbarazzarsene, venne processata e fatta gettare nelle acque del Danubio dove morì annegata. Nel 1467 il duca Sigismondo, nato dal secondo matrimonio di Albrecht III, abdicò in favore del fratello Albrecht IV e si trasferì stabilmente al castello di Blutenburg dove morirà nel 1501.

Il complesso, ampliato e ristrutturato in seguito agli ingenti danni causati dalla Guerra dei Trent'anni, si compone di una struttura principale protetta da una mura di cinta e da una serie di torri che conferiscono a Blutenburg un aspetto fiabesco. Le sale interne, ormai prive delle decorazioni e degli arredi originali, ospitano la Biblioteca Internazionale della Gioventù mentre la cappella - da notare il pregevole altare in legno intagliato - ha mantenuto l'aspetto gotico originario.

 

Il castello di Blutenburg, che dispone anche di un ristorante con biergarten dove si possono gustare le specialità della cucina bavarese, è raggiungibile prendendo la metropolitana S dal centro di Monaco fino a Pasing e poi il bus 56 fino al capolinea "Schloss Blutenburg".

Iscriviti alla newsletter di TuttoBaviera!