Alla scoperta di Bayreuth

Se Salisburgo è la "città di Mozart", Bayreuth è senza dubbio la "città di Wagner". Con poco più di 70.000 abitanti, è oggi un'importante meta internazionale per gli amanti e gli studiosi di musica classica grazie all'annuale Festival ospitato nella Festspielhaus tra luglio e agosto, interamente dedicato a Richard Wagner (1813-1883) e voluto dallo stesso compositore nel 1876 come occasione per avvicinare il maggior numero di persone alla bellezza ed alla musicalità delle sue opere: Wagner in persona aveva stabilito che i biglietti d'ingresso dovevano essere venduti a prezzi popolari, se non anche gratuitamente per la persone meno abbienti. Oggi la direzione del Festival è ancora affidata ai membri della famiglia Wagner, che non sembrano però voler proseguire nella linea adottata dal loro celebre antenato: ogni anno infatti il prezzo per aggiudicarsi un posto è sempre più salato!

 

A Bayreuth si trova la Villa Wahnfried, costruita nel 1873 come residenza del compositore grazie ad un ingente esborso del grande amico e mecenate Re Ludwig II di Baviera che finanziò anche la realizzazione della Festspielhaus. Oggi ospita il Richard Wagner Museum che è aperto dal martedì alla domenica dalle 10 alle 18 (luglio e agosto anche di lunedì). Nel giardino sono sepolti vicini Richard, la moglie Cosima, figlia di Franz Liszt, e l'adorato cane Russ.

Le attrazioni della città non si limitano a questo: si segnalano il centro storico con la Maximilianstraße e la bella fontana del Nettuno, l'Altes Schloß, costruito a cavallo tra '500 e '600, la Schloßkirche, il monumentale Neue Schloß, la casa dove Franz Liszt morì il 31 luglio 1886, oggi trasformata in museo, e quella che secondo me è l'attrazione in assoluto più bella della città (se mi sentissero i wagneriani!): il Markgräfliches Opernhaus, il Teatro dell'opera dei Margravi, uno dei più belli d'Europa nonché patrimonio dell'Unesco.

 

Questo tempio della musica fu fatto costruire dalla margravia Guglielmina, sorella del re di Prussia Federico II il Grande, amica di Voltaire e donna di grande cultura. Inaugurato nel 1748 e realizzato in uno sfavillante stile rococò dall'italiano Giuseppe Galli Bibiena, è stato utilizzato nel 1994 come set per alcune scene di "Farinelli", film che narra la vita travagliata del napoletano Carlo Broschi (Stefano Dionisi), soprannominato Farinelli, che divenne il più famoso sopranista (cantante evirato) del '700 per le sue eccelse ed inarrivabili qualità vocali che gli procurarono enormi trionfi e ricchezze.

 

Fuori città meritano una visita le due residenze estive dei margravi ed in particolare il palazzo dell'Eremitage (5 km a est della città) con gli eleganti saloni barocchi, l'Orangerie con al centro il Sonnentempel e il parco con i giochi d'acqua. Nel giardino del castello Fantaisie (5 km a ovest) si incrociano rococò, sentimentalismo e storicismo.

teatro-margravi-bayreuth

Markgräfliches Opernhaus
Opernstraße 14
95444 Bayreuth

 

Apertura:

Aprile-Settembre dalle 9 alle 18
Ottobre-Marzo dalle 10 alle 16

Chiusura: 24, 25, 31 dicembre, 1 gennaio e Martedì grasso.

Ingresso gratuito per i possessori dell'Abbonamento castelli.

Iscriviti alla newsletter di TuttoBaviera!

Mostra pulsanti
Nascondi pulsanti