Bavaresi e italiani, un amore a prima vista

Bavaresi e italiani: un amore a prima vista! Apparentemente non si potrebbero immaginare i legami che intercorrono tra l'Italia e la celebre regione tedesca, patria di Ludwig II e dell'Oktoberfest, ma basta fare un giro nel centro di Monaco per rendersi conto di quanti siano i ristoranti, le pizzerie e le gelaterie gestite da famiglie italiane. Cercando su internet le parole "italiani" e "baviera" si scoprono molti siti di associazioni culturali, di attività commerciali gestite da italiani che hanno lasciato la patria per intraprendere nuove sfide professionali all'estero.

 

Sono specialmente i numeri a testimoniare l'amore degli italiani verso la Baviera ed in particolare per Monaco: oggi nel capoluogo bavarese vivono e lavorano circa 30.000 italiani (100.000 in tutta la regione) e 250.000 sono invece coloro che nel corso del 2016 si sono recati per turismo.

 

Monaco di Baviera è soprannominata "la città più settentrionale d'Italia" vuoi per l'atmosfera che si respira, per l'allegria dell'Oktoberfest e delle sue birrerie ma soprattutto per una principessa italiana, Enrichetta Adelaide di Savoia (foto sopra), che nel 1650 sposò il principe ereditario Ferdinand Maria von Bayern. Per festeggiare la nascita di Max Emanuel, il tanto desiderato erede al trono, venne edificata la Theatinerkirche a Monaco e il corpo centrale del castello di Nymphenburg: il barocco italiano sbarcava per la prima volta in Baviera.

 

Quasi due secoli dopo, nella prima metà dell'Ottocento, Re Ludwig I (nonno del più celebre Ludwig II) fece costruire a Monaco vari edifici di ispirazione italiana come la facciata principale della Residenz e la Feldherrnhalle, che prendono a modello rispettivamente Palazzo Pitti e la Loggia dei Lanzi di Firenze... quanta Italia in Baviera!

Enrichetta Adelaide di Savoia

Enrichetta Adelaide di Savoia nel 1650 sposò il principe Ferdinand Maria von Bayern. Per festeggiare la nascita del figlio Max Emanuel sorsero la Theatinerkirche e il castello di Nymphenburg: il barocco italiano sbarcava per la prima volta in Baviera. »

Ludwig I

Re Ludwig I di Baviera è il nonno di Ludwig II, quel Ludwig che tutti conoscono e che molti venerano in Baviera. Un grande sovrano, un mecenate illuminato, profondo amante dell'Italia e della Grecia e fondatore dei primi musei di Monaco: la Gliptoteca e le Pinacoteche. »

L'ispettore Derrick

Per 25 anni Horst Tappert ha vestito i panni dell'ispettore Derrick. Il successo di ascolti della serie girata a Monaco ha portato Derrick ad essere il telefilm tedesco più esportato nel mondo. In Italia è stato trasmesso dalla Rai, entrando nel cuore del pubblico. »

Suspiria

Nel 1977 il celebre regista italiano Dario Argento gira a Monaco di Baviera “Suspiria”, uno dei suoi film più famosi ma anche tra i più criticati, il più esportato e conosciuto nel mondo dopo “Profondo rosso” (1975). »

Tempesta d'amore

Una delle produzioni bavaresi più riuscite è Tempesta d'amore (Sturm der Liebe), trasmessa dal primo canale Das Erste a partire dal 26 settembre 2005. In Italia ha esordito su Canale 5 il 5 giugno 2006 e attualmente va in onda su Rete 4. »


 

Iscriviti alla newsletter di TuttoBaviera!

Mostra pulsanti
Nascondi pulsanti