Alla scoperta di Bad Ischl

Bad Ischl è indissolubilmente associata alla dinastia imperiale degli Asburgo.

 

Il 2 dicembre del 1848, l'Anno delle Rivoluzioni, il diciottenne Francesco Giuseppe salì al trono imperiale austriaco, andando a governare su 41 milioni di sudditi. Suo padre, l'Arciduca Francesco, aveva rinunciato alla corona in favore del figlio, eseguendo il desiderio della sua consorte Sofia. Sua madre, soprannominata "imperatrice segreta”, era una donna particolarmente dinamica e per ragioni dinastiche prese in mano il problema, organizzando un matrimonio che assicurasse il futuro della dinastia degli Asburgo.

 

Sofia preferì vedere una delle sue nipoti sul trono austriaco. Si rivolse alla duchessa Ludovica in Baviera, una delle sue sorelle, la quale venne il 18 agosto del 1853 con le due figlie maggiori, Elena di 18 anni ed Elisabetta di 15, a Ischl per festeggiare il 23 compleanno di Francesco Giuseppe. La sua intenzione fu quella di festeggiare anche il fidanzamento ufficiale con la sua futura sposa, quindi con la cugina Elena.

 

Il risultato dell'incontro non ebbe l’esito sperato da Sofia perché Francesco Giuseppe, a quel tempo lo scapolo più interessante del mondo, era rimasto affascinato dalla sorella minore Elisabetta che aveva conosciuto il 16 agosto, quindi solo un paio di giorni prima. Un caso d’amore a prima vista, almeno da parte di Francesco Giuseppe, così descritto da sua madre nel suo diario e nelle sue lettere. L'anno successivo ebbero luogo a Vienna le “nozze del secolo”. Da allora in poi Sissi, imperatrice d'Austria e bellezza leggendaria dell'Ottocento, divenne persona di pubblico interesse, rimanendo un personaggio universalmente affascinante.

 

Bad Ischl, un comune fiorente di 14.000 abitanti, riesce a conservare il suo carattere e in misura considerevole anche il suo aspetto. La coppia imperiale non avrebbe problemi ad orientarsi ancor oggi nella sua città prediletta. Alla città venne aggiunto nel 1906 il nome di Bad (Terme) e Ischl divenne quindi Bad Ischl, centro termale di fama internazionale per merito della qualità terapeutica delle sue sorgenti di acque minerali ad alto contenuto di sale, indicate per il trattamento della respirazione, del cuore e per i disturbi circolatori.

 

Come centro turistico Ischl è ideale per fare per esempio escursioni in montagna e ai laghi della regione del Salzkammergut, per sciare e per alpinismo, nuoto, vela, equitazione, tennis e golf. Nonostante la disponibilità di tutti i comfort moderni, i turisti vengono a respirare l'atmosfera della Città Imperiale (Kaiserstadt), un ambiente e un’atmosfera dell'epoca passata, che non si possono trovare da nessun'altra parte.

 

I numerosi monumenti e altre memorie della Monarchia Asburgica che si possono vedere dentro e intorno alla città sono veramente unici. Il gioiello della Città Imperiale è rappresentato dalla Villa Imperiale, la Kaiservilla, e dal Parco Imperiale, dove troviamo ancor oggi l'ambiente e l’atmosfera dell’Ottocento e dove possiamo sentire e rivivere anche i momenti straordinari del periodo estivo lì trascorso dalla coppia imperiale, senza accorgerci di tutti i veloci cambiamenti del Novecento. La Villa è tuttora abitata dagli Asburgo, discendenti diretti di Francesco Giuseppe ed Elisabetta.

Gudrun Maria

Iscriviti alla newsletter di TuttoBaviera!

Mostra pulsanti
Nascondi pulsanti