Musei e Pinacoteche di Monaco di Baviera

Monaco vanta un patrimonio museale notevole che non si ferma al solo Deutsches Museum, il museo della scienza e tecnica più grande del mondo, ma va ben oltre. Nelle tre Pinacoteche sono esposti capolavori della pittura dal Trecento ai giorni nostri mentre la Lenbachhaus custodisce una celebre collezione di Kandinsky. Si passa poi alle antichità con la Gliptoteca e il Museo Egizio, alle auto con il museo della gloriosa BMW e ancora lo Stadtmuseum per conoscere la storia di Monaco. Nel 2015 si è aggiunto il Centro di documentazione sul Nazismo.

Deutsches Museum

Il Deutsches Museum, fondato nel 1903 dall'ingegnere Oskar von Miller, si trova su un'isola lungo il fiume Isar ed è una meta irrinunciabile per chi visita Monaco: è infatti il museo dedicato alla scienza e alla tecnica più grande del mondo nonché uno dei più visitati della Germania con 1 milione di visitatori all'anno. Per grandi e piccoli.

Alte Pinakothek

La Alte Pinakothek (Vecchia Pinacoteca), oltre che ad essere una delle raccolte di pittura più importanti di Monaco, è un museo di fama internazionale. Meno conosciuta e blasonata del Louvre di Parigi o degli Uffizi di Firenze, è stata inaugurata nel 1836 da Re Ludwig I, grande mecenate e riformatore di Monaco. Rubens, Dürer, Bruegel, Leonardo e Raffaello qui sono di casa.

Neue Pinakothek

La Neue Pinakothek (Nuova Pinacoteca) si trova di fronte alla Alte Pinakothek e racchiude nei suoi saloni dipinti e sculture di artisti che hanno lavorato in Europa tra la fine del XVIII e l'inizio del XX secolo. Iniziata a metà dell'Ottocento per desiderio di Re Ludwig I, la collezione arriva a comprendere 418 opere già nel 1868, anno della morte del sovrano. Da vedere i Girasoli di Van Gogh.

Pinakothek der Moderne

Inaugurata il 16 settembre 2002 dopo lunghi anni di lavori ed un costo totale di 121 milioni di Euro, la Pinakothek der Moderne, situata di fianco alla Alte Pinakothek, è il più importante museo di arte moderna e contemporanea della Germania. Non solo pittura ma anche scultura, design, artigianato, fotografie e video.

Lenbachhaus

La Lenbachhaus è una villa costruita alla fine dell'Ottocento come residenza del "principe-pittore" Franz von Lenbach che decise di trasferirsi nel capoluogo bavarese. La fama e il prestigio che aveva il pittore in tutti gli ambienti fece sì che la Lenbachhaus si trasformò in un luogo di rappresentanza per gli esponenti della cultura e della politica. Oggi ospita una ricca collezione di opere di Kandinsky e del movimento del Cavaliere azzurro.

BMW Museum

Il Museo della BMW, situato ai margini del Parco Olimpico, presenta in oltre 5.000 mq la storia ed i modelli che hanno reso celebre nel mondo la casa automobilista bavarese, nata nel 1916 come fabbrica di motori per aerei. Il marchio BMW arriva nel 1917 e significa Bayerische Motoren Werke, ovvero Fabbrica di Motori Bavarese; il logo rappresenta un'elica stilizzata e i colori bianco e azzurro omaggiano i colori ufficiali della Baviera.

Glyptothek

La Glyptothek (Gliptoteca) si affaccia sulla Königsplatz, una elegante piazza fatta costruire da Re Ludwig I, il nonno del "re delle favole" Ludwig II, nella prima metà dell'Ottocento come tassello del grande progetto urbanistico che il sovrano attuò per trasformare Monaco in una Atene dell'Isar. Per chi ama l'arte antica greca e romana.

Ägyptisches Museum

Il Museo Egizio di Monaco (Staatliches Museum Ägyptischer Kunst) deve la sua origine al Duca Albrecht V di Baviera (1528-1579) che acquistò una serie di oggetti e reperti dell'Antico Egitto. Lo stretto connubio dei Wittelsbach con il collezionismo d'arte è secolare e vedrà il suo culmine nella prima metà dell'Ottocento con Re Ludwig I.

NS-Dokuzentrum

Il Centro di documentazione sul Nazismo di Monaco è stato inaugurato il 30 aprile 2015 - 70.mo anniversario della liberazione della città - nella Brienner Straße 34 quasi all'angolo con la Arcisstraße, esattamente al posto della Braunes Haus, già Palais Barlow, una villa ottocentesca comprata dai nazisti nel 1930 per ospitare la nuova sede del partito, nato proprio a Monaco nel 1919.

Stadtmuseum

Il Museo Civico di Monaco - Stadtmuseum - permette al turista di avere una panoramica della storia e della cultura del capoluogo bavarese con esposizioni permanenti e temporanee. Attraverso dipinti, documenti, fotografie, una sezione sul Nazionalsocialismo, video e due modellini in legno viene presentata la metamorfosi di Monaco da residenza dei Wittelsbach a moderna e cosmopolita metropoli.

Museum Brandhorst

Il Museo Brandhorst, inaugurato il 21 maggio 2009, è stato realizzato per ospitare le oltre 700 opere che compongono la ricca collezione di arte contemporanea di Udo e Anette Brandhorst. Il museo propone al visitatore opere della seconda metà del XX secolo e del XXI secolo: Andy Warhol, Joseph Beuys, Mario Merz, Jannis Kounellis, Sigmar Polke, Georg Baselitz, Gerhard Richter, etc.

Nationalmuseum

L'idea di aprire un museo che documentasse la storia e l'arte del regno di Baviera venne al Re Massimiliano II (1811-1864), che ereditò dal padre Ludwig I l'amore per la cultura. Il Bayerisches Nationalmuseum nacque nel 1853 mentre l'edifico che tuttora lo ospita è stato realizzato tra il 1894 e il 1900. Si segnala una ricchissima collezione di presepi, anche di scuola napoletana.

Domenica al Museo

 

Ogni domenica l'ingresso ai seguenti musei costa 1 Euro: Alte Pinakothek, Neue Pinakothek, Pinakothek der Moderne,

Museum Brandhorst, Nationalmuseum, Ägyptisches Museum, Glyptothek e Antikensammlung.

Centro Storico
Parchi e altre Attrazioni
Dintorni di Monaco
Mostra pulsanti
Nascondi pulsanti